Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - Merger & Acquisitions, Bragagnolo: "Tema che sarà sempre più centrale per il futuro del nostro territorio"

Cerca nel nostro sito



Home > PrimoPiano

Primo Piano

Merger & Acquisitions, Bragagnolo: "Tema che sarà sempre più centrale per il futuro del nostro territorio"




 
 
Si è tenuto lunedì 22 ottobre, presso la Sala Palladio di Palazzo Bonin Longare a Vicenza, il workshop dal titolo “Merger & Acquisitions: Valutazioni d'Impresa e Finanza per la Crescita”. L’incontro, organizzato da UniCredit e da Confindustria Vicenza, ha visto la partecipazione di oltre 70 imprese associate, provenienti dai differenti ambiti settoriale e di diverse dimensioni per classi di fatturato.


I lavori sono stati introdotti da Mirko Bragagnolo, Delegato di Confindustria Vicenza per il Credito e la Finanza, e Andrea Del Moretto, Responsabile Corporate Region Nord Est UniCredit, e hanno poi visto succedersi gli interventi del Prof. Andrea Lionzo, ordinario di Economia Aziendale presso la Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che ha illustrato il quadro congiunturale del fenomeno delle fusioni e delle acquisizioni tra aziende e di Giorgio Olivanti, Responsabile Corporate Financial Advisory UniCredit, che si è soffermato sugli strumenti finanziari a disposizione delle imprese per intraprendere percorsi di crescita virtuosi e sostenibili.

Tra i fenomeni oggetto d’analisi, ad esempio, la sottocapitalizzazione delle Pmi come fenomeno inquadrabile in un ambito non solamente italiano, ma europeo: il ricorso dei Paesi Ue al venture capital è inferiore al resto del mondo in maniera piuttosto netta, appena un sesto rispetto all’Asia e un decimo rispetto agli Usa. In Germania sono stati investiti nel 2017 circa 2,5 miliardi, in Francia 1,5 miliardi, in Italia solo 126 milioni.

Mirko Bragagnolo, delegato di Confindustria Vicenza per il Credito e la Finanza, afferma: “Si tratta di un tema che sarà sempre più centrale per il futuro del nostro territorio e sul quale noi imprenditori dovremo dedicare una particolare attenzione. Nel solo 2017 sono state più di 200 le operazioni di questo tipo in Veneto, numero che non può essere sottovalutato e che apre prospettive non banali sia per chi voglia vendere e comprare ma anche per un imprenditore che voglia avere un’idea di quale sia il valore della propria attività. Naturalmente siamo consapevoli che in una operazione di fusione o di acquisizione il prezzo finale dipende da diversi fattori, a volte così specifici da essere difficilmente generalizzabili. Però è giusto formarsi delle idee ed avere a disposizione dei parametri di riferimento”.

Sottolinea Andrea Del Moretto, Responsabile Corporate Nord Est di UniCredit: “Abbiamo fortemente voluto organizzare quest’incontro a Vicenza, in un territorio fatto di imprese dinamiche e costantemente protese alla ricerca di nuove sfide e opportunità. UniCredit intende mettere a disposizione delle aziende la propria esperienza e competenza maturata sui mercati globali, supportandole in ogni loro esigenza, a cominciare da quella di consulenza finanziaria per fusioni e acquisizioni. Il recente caso di successo della quotazione della veneta Piovan o le 5 aziende che, al termine di “Più Valore”, il programma di accelerazione da noi pensato per imprese ad alto potenziale, hanno deciso di intraprendere un percorso che le porterà a quotarsi in Borsa, sono la dimostrazione concreta della nostra volontà di proporci agli imprenditori vicentini come partner di riferimento per i loro percorsi di crescita”.



© Confindustria Vicenza