Confindustria Vicenza
Confindustria Vicenza presenta l'indagine sul mercato del credito alle banche del territorio



A seguito della presentazione alle aziende associate nelle quattro sedi di Confindustria della provincia (Vicenza, Montecchio Maggiore, Schio e Bassano del Grappa), il Presidente del Comitato Piccola Impresa e delegato alla Finanza degli Industriali berici Mirko Bragagnolo ha illustrato agli istituti di credito del territorio i risultati dell'indagine sul mercato del credito e il rapporto banca-impresa in provincia, condotta dall'Area Credito e Finanza di Confindustria Vicenza. Presente all'incontro anche il Presidente di Confindustria Vicenza Luciano Vescovi.

“L'indagine, prima attività realizzata nell'ambito del Vicenza Financial Network, ha evidenziato tra gli altri due aspetti importanti. Da un lato il 40% delle aziende vuole diminuire l'esposizione bancaria, scelta che riteniamo virtuosa oltre ad essere testimonianza di una crescita della cultura finanziaria degli imprenditori – spiega Bragagnolo -. Dall'altra parte, circa metà delle aziende ha diminuito la propria fiducia nelle banche, e questo per gli evidenti motivi legati alla crisi del sistema bancario sia nel nostro territorio che nel Paese. Quello che rimane ancora importante è la richiesta di credito da parte delle imprese di Vicenza che hanno bisogno di risorse per poter tenere il passo del mercato e, ove possibile, di investire, magari dopo anni difficili o di attesa. Abbiamo chiesto alle banche di far fronte a questa domanda mettendo a disposizione nuove linee di credito anche con l'utilizzo di strumenti innovativi, potendo poi approfittare di agevolazioni importanti come quelle del Piano Industria 4.0 e della Sabatini-ter".

Al centro del confronto tra i rappresentanti degli istituti bancari e quelli degli Industriali vicentini non c'è stata solo la questione della liquidità. Anche il rapporto tra i due soggetti deve evolvere: "Il vento sta cambiando, anche i comportamenti delle banche nei confronti delle imprese devono andare di pari passo - continua Mirko Bragagnolo -. Per questo motivo abbiamo voluto chiedere alle banche di diventare dei veri propri partner e di predisporre una sorta di percorso guidato affinché nelle imprese si crei una maggior consapevolezza di quanto e come si possa migliorare la propria posizione finanziaria. Ad esempio, abbiamo registrato da parte di alcuni istituti la positiva disponibilità a comunicare e discutere con l'azienda i contenuti del proprio rating. Si tratta di una novità di non poco conto, che speriamo si traduca in un rapporto più maturo e costruttivo".







© Confindustria Vicenza 2017