Confindustria Vicenza

"Italia 2039" il reportage e il video dell'Assemblea 2019 di Confindustria Vicenza

In 1500 riuniti nell'headquarter di Marzotto Group a Valdagno.

VI29779 | Comunicazioni associative

Un grande pubblico ha preso parte all'Assemblea 2019 di Confindustria Vicenza: oltre 1200 imprenditori, 100 rappresentanti del territorio, 200 studenti.

A guidare il dibattito una domanda potente: chi nasce oggi che Paese troverà tra vent'anni? Un interrogativo che apre alle ipotesi su quale sarà il futuro delle nuove generazioni, a partire però da un forte richiamo alla responsabilità di chi si trova oggi nelle condizioni di poter decidere, affinché le scelte operate siano consapevoli e lungimiranti.



Gli interventi dei relatori hanno provato così a dare una risposta a questo quesito sempre più pressante, oggi particolarmente attuale anche per quanto riguarda la questione ambientale e la sostenibilità.

Dopo il l'apertura dei lavori da parte del presidente di Confindustria Vicenza Luciano Vescovi, e al benvenuto di Antonio Favrin, presidente Gruppo Marzotto, a gettare le basi per il confronto è stata la relazione di Nando Pagnoncelli, AD Ipsos Italia, che hanno messo in luce la condizione giovanile e la percezione del futuro lavorativo, l'urgenza della questione demografica, ma anche l'evidente distopia che caratterizza la visione che gran parte degli italiani hanno del proprio Paese: "Abbiamo una percezione molto più negativa del Paese rispetto a quella che è la realtà. Abbiamo uno sguardo severo e svalutativo" ha sottolineato Pagnoncelli, evidenziando così la necessità di riattivare una comunicazione più in linea con i fatti e riassegni anche alla manifattura il proprio valore.
 


Sono intervenuti a seguire, nella prima tavola rotonda condotta da Francesca Baraghini, il presidente e AD di IBM Italia Enrico Cereda, Davide Favrin, AD Marzotto Spa e Alessandro Masala, molto conosciuto soprattutto tra i giovani per il canale Youtube Breaking Italy. Al centro del confronto soprattutto il tema dell'attrattività del territorio e dell'Italia, con le considerazioni su quello che possono fare le imprese e la politica per far sì che i giovani non siano messi nelle condizioni di dover lasciare i propri luoghi d'origine.
 


La parola è poi passata al governatore della Regione Veneto Luca Zaia e al presidente di Confindustria Vicenza Luciano Vescovi, impegnati in una sorta di intervista doppia condotta dalla giornalista di SkyTg24 Baraghini insieme a Fabio Tamburini direttore de Il Sole 24 Ore e di Radio24. Uno scambio appassionato e acceso che ha toccato tutti i temi dell'attualità politico-economica: dall'autonomia, alle infrastrutture, dalle misure che si auspica il nuovo Governo possa portare avanti, alle critiche rivolte al precedete Governo, che ha visto anche la ripresa da parte del presidente Vescovi dell'importante proposta del presidente di Assolombarda: "Ci associamo all’idea di Carlo Bonomi, facciamo un grande patto tra imprese, sindacati e governo in cui introduciamo una finestra agevolata per l’assunzione dei giovani".
 


A chiudere i lavori dell'Assemblea 2019 l'importante intervento del Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli che, visibilmente emozionato, ha dichiarato - come riporta Dario Di Vico su Il Corriere della Sera - "Avrò bisogno di voi, al ministero ci saranno porte aperte per Confindustria e sindacati". 
 


Il video integrale dell'Assemblea 2019 di Confindustria Vicenza è a disposizione sul canale Youtube di Confindustria Vicenza.

La gallery delle foto è invece pubblicata sul magazine online Industria Vicentina.

 

 

 

 



 

 

 

 

    Iscriviti e scopri tutti i vantaggi di essere un nostro associato

    L'Associazione ha tra i suoi obiettivi principali quello di accrescere la cultura d'impresa

    Loading...