Confindustria Vicenza

"Duemila cattedre senza prof", Barbara Beltrame Giacomello: "Scuola vera emergenza italiana"

"Diamo autonomia alle scuole" l'appello dopo l'allarme lanciato da Il Giornale di Vicenza sulle numerose cattedre scoperte

VI29775 |

Al principio del nuovo anno scolastico la provincia di Vicenza conta circa duemila cattedre senza professori, questo il dato assai preoccupante comunicato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza.

A commentare questa situazione interviene Barbara Beltrame Giacomello, vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega Education e Università.

"Nella scuola italiana, tra riforme, controriforme, concorsi e promesse varie, c’è una e una sola certezza: arriva settembre, iniziano le lezioni e mancano i docenti. Francamente sarebbe ridicolo se non fosse drammatico. 

La scuola è la vera emergenza italiana. Ed è un’emergenza ormai talmente consolidata che nessuno lo nota più se non le imprese, che si trovano a sopperire con formazione interna alle carenze della formazione scolastica, e, quando però ormai è troppo tardi, i ragazzi gettati nel mondo del lavoro senza un’esperienza formativa a tutto tondo come invece sarebbe possibile fare.

Il punto è che - come ha più volte ribadito il Presidente Vescovi - il sistema formativo è completamente imbrigliato da una governance che deriva dal diritto amministrativo pubblico ed è quindi dominato in maniera strettissima dalla burocrazia. 

Siamo convinti che, per iniziare a risolvere i tanti problemi, uno alla volta, ci sia l’esigenza di dare autonomia alle scuole - abbinata evidentemente a un rigoroso controllo di accountability - e non continuare ad avere una visione centralistica. 

E, in questo senso, torniamo al tema dell’autonomia: diventa fondamentale che il Veneto riesca ad ottenere la competenza sulla scuola".

 

    Iscriviti e scopri tutti i vantaggi di essere un nostro associato

    L'Associazione ha tra i suoi obiettivi principali quello di accrescere la cultura d'impresa

    Loading...